ArteRaku.it - La Fonte passata, la nuova Fonte.Omar Mossali - Installazione permanente per i Partigiani di Castano Primo

La Fonte passata, la nuova Fonte.Omar Mossali

Installazione permanente per i Partigiani di Castano Primo  dal 25/02/2018 al 25/02/2018

Cimitero Castano Primo Gerolamo 3 Castano Primo (MI)


La Fonte passata, la nuova Fonte.Omar Mossali Domenica 25 febbraio presso il Cimitero di Castano Primo in occasione della commemorazione che ricorda i tre partigiani castanesi Antonio Noè, Franco Noè e Franco Griffanti, trucidati il 26 febbraio 1945, verrà inaugurata l’installazione permanente di Omar Mossali La Fonte passata, la nuova Fonte.
L’opera è un trittico realizzato con la tecnica che l’autore chiama Ossidografia™ divenuta, grazie alla vittoria di concorsi regionali, un vero e proprio marchio e brevetto.
In realtà l‘installazione contiene due opere già realizzate nel 2009 (il primo e il terzo riquadro) che raffigurano i partigiani fucilati nel cimitero di Castano Primo a poco più di due mesi del termine del secondo conflitto mondiale e la poesia S Martino del Carso di Giuseppe Ungaretti.
In questi due pannelli l’Ossidazione non ha il mero compito di rappresentare i volti dei giovani partigiani, i particolari del muro della loro fucilazione o il volto di Ungaretti con le croci nel cuore e il paese della celebre poesia quasi del tutto raso al suolo, ma assume un compito concettuale: quello di incarnare la nostra memoria che confonde i particolari, le date, i volti che rischiano di scomparire se non li fissiamo nuovamente. In particolare nel terzo pannello, quello di Ungaretti, l’Ossidazione ha trasfigurato il paese distrutto, il volto e il cuore del poeta crivellando la raffigurazione come colpi di artiglieria.
Questi due pannelli evocano coloro che nei due conflitti mondiali hanno combattuto per i diritti a cui attingiamo quotidianamente, come a una Fonte appunto.
Il pannello centrale invece è un nuovo lavoro realizzato ad hoc per la cerimonia ed è il collante dell’installazione: una sagoma umana alla base della quale è deposta una pietra di ferro ossidato, meno caduca dei fiori.
Questo pannello è il feretro vuoto, decorato dalla lastra mandorlata, la nuova Fonte, che attende chi avrà il coraggio di prendere parte per i diritti futuri o chi sconosciuto e non commemorato è partigiano oggi da qualche parte nel mondo.


Con l'Arte, per l'Arte

Cosa vedere oggi

Sostieni ArteRaku.it


Lavoriamo condividendo passione e cultura organizzando mostre, workshop e lezioni gratuite perchè crediamo che solo la cultura renda relamente liberi.
Collabora partecipando alle nostre mostre, aiutandoci attivamente all'organizzazione delle stesse o sostetendoci con un piccolo contributo.

Mailing list

Per ricevere aggiornamenti e news su corsi, mostre, eventi e workshop relativi a ArteRaku.it iscriviti alla mailing list